Progetti in attesa di aiuto

Prog. 2221 – Dalit a scuola: emergenza nell’emergenza

In India la pandemia da Covid_19 ha assunto dimensioni impressionanti con migliaia di morti e i contagi che continuano ad aumentare. Inoltre la crisi economica sta aggravando drammaticamente le immense disparità sociali esistenti e quelli che non muoiono per il coronavirus rischiano di morire di fame e di altre malattie. Le scuole hanno riaperto con immense difficoltà, e, per motivi di distanziamento, devono alternare per gruppi le lezioni in presenza e on line… ma i costi per dare gli strumenti necessari a tutti sono notevoli. Le famiglie di lavoratori migranti, soprattutto Dalit, non hanno potuto lavorare con conseguenze catastrofiche. A Darsi, inoltre, i loro bambini che frequentano le scuole dei Gesuiti non possono risiedere negli ostelli delle scuole al momento ancora chiusi. Oltre 500 bambini prima lì ospitati ora tornano a casa dopo la scuola. L’impegno per sostenere le spese per la loro sopravvivenza, la loro salute e la loro educazione, invece di diminuire, aumenta sia perché è cresciuto il numero di chi si trova in condizioni disperate sia perché i prezzi sono saliti...   continua a leggere il progetto   

 

Aiutaci a mantenere agli studi almeno 40 bambini per un anno. Con il tuo sostegno sarà possibile provvedere alla loro alimentazione, alla loro igiene e salute, alle spese scolastiche e collaborare a non interrompere per sempre la possibilità di assicurare un’educazione a tanti bambini..

  

Luogo: Darsi ( India ) 
Scuola:  primaria e secondaria  
Tipologia: sostegno scolastico 
Beneficiari diretti: 40 bambini  
Partner locale:   Gesuiti dell’Andra Pradesh
Contributo richiesto: 9.000 € 
contribuisci anche tu!...

 

Prog. 2220 – Un pasto per i bambini di Tchébébé

In Togo la scuola è obbligatoria ma gratuita solo sulla carta e le famiglie, per l’istruzione dei propri figli, devono versare un contributo che varia da villaggio a villaggio. Per ridurre i costi le scuole pubbliche hanno classi sovraffollate, pochi insegnanti spesso non qualificati e totale mancanza di materiale scolastico. Così gran parte dei bambini terminano il ciclo primario della scuola con enormi lacune e spesso l’abbandonano dopo uno o due anni di frequenza. Per questo le Suore Mariste hanno avviato diverse scuole per assicurare un’educazione di qualità ai bambini delle famiglie più povere senza distinzione di etnia e religione. Fra queste, l’Istituto Pietro Micossi di Tchébébé che accoglie oggi 620 alunni dalla scuola dell’infanzia al liceo. Dopo la pandemia da Covid_19 la scuola sta riaprendo, ma la crisi economica conseguente alla pandemia ha aggravato la miseria della popolazione. Molte famiglie non riescono neppure a garantire un’alimentazione adeguata ai loro bambini. Assicurare un pasto completo a scuola per questi piccoli è urgente sia per arginare la malnutrizione e le sue conseguenze sia per favorire il loro reinserimento scolastico. Le suore sono riuscite a trovare un sostegno per la mensa della scuola materna, ma non hanno più fondi per gli alunni della primaria e per i più grandi…  continua a leggere il progetto   

 

La scuola, in mezzo a tanta povertà, è l’unica ancora di salvezza per il presente e il futuro di intere generazioni. Non lasciamo soli questi bambini. Il tuo contributo consentirà di assicurare la refezione ad almeno 100 bambini della scuola primaria.

  

Luogo: Tchébébé   ( Togo ) 
Scuola:  primaria   
Tipologia: refezione scolastica 
Beneficiari diretti: 100 bambini  
Partner locale:   Suore Mariste
Contributo richiesto: 7.200 € 
contribuisci anche tu!...

 

Prog. 2219 – Ampliare la scuola è un’emergenza

A Kinshasa, per l’emigrazione forzata dalle zone rurali e le situazioni di guerra e insicurezza, la città è in pochi anni cresciuta a dismisura e con essa la miseria e la precarietà delle condizioni della vita. Con la pandemia di Covid_19 e la conseguente crisi economica, ai bambini e ai ragazzi di strada, che già costituiscono un esercito di piccoli vagabondi, si sono aggiunti tutti quei ragazzi che non vanno più a scuola, dove scuola significa anche cibo, cure mediche e dignità, e devono arrangiarsi per aiutare le famiglie a sopravvivere. Le Suore Serve di Maria di Boma si occupano dell’educazione dei ragazzi in due quartieri periferici molto poveri, in particolare in una scuola con 450 alunni dalla materna alle prime quattro classi della primaria. La scuola cresce con le richieste di frequenza, deve ora ampliare il ciclo della primaria e costruire nuove aule, ma non ha le risorse sufficienti…  continua a leggere il progetto   

 

Sostieni anche tu questa scuola importante, che assicura l’istruzione a bambini e ragazzi poverissimi di zone periferiche e degradate della megalopoli.

  

Luogo: Kinshasa   (Rep. Dem. del Congo) 
Scuola:  primaria   
Tipologia: edilizia scolastica 
Beneficiari diretti: 30 bambini  
Partner locale:   Suore Serve di Maria di Boma
Contributo richiesto: 11.000 €
contribuisci anche tu!...

 

Prog. 2218 – Perché le bambine ritornino a scuola

La Diocesi di Uvira si trova nel Sud Kivu, una zona della RDC afflitta da continue violenze e guerre che hanno inondato di sangue e miseria questo territorio. L’analfabetismo continua a crescere insieme con l’insicurezza e la miseria, soprattutto fra le donne e le bambine che ne sono le principali vittime. La pandemia del Covid-19 ha aggravato le già drammatiche condizioni della popolazione. Molte delle scuole che presto riapriranno sono a carico della Diocesi, ma stanno finendo le risorse per far fronte a tutte le spese, così saranno molti i bambini, e soprattutto le bambine, che non potranno andare a scuola perché le famiglie non riescono a dare anche il minimo contributo. 75 bambine poverissime della Scuola Primaria di Mungombe, potranno tornare a scuola solo se avranno il sostegno di benefattori esterni per l’acquisto del materiale scolastico, delle uniformi…   continua a leggere il progetto   

 

Il nostro contributo è essenziale perché queste bambine di questa poverissima popolazione possano continuare a ricevere l’educazione fondamentale per il loro futuro.

  

Luogo: Mungombe (Rep. Dem. del Congo ) 
Scuola:  primaria   
Tipologia: materiale scolastico 
Beneficiari diretti: 75 bambine  
Partner locale:   Diocesi di Uvira
Contributo richiesto: 2.630 € 
contribuisci anche tu!...

 

Prog. 2216 – Interventi urgenti per “Les Bons Petits”

Nel territorio di Kimwenza, alla periferia rurale di Mont Ngafula, un municipio a 30 km da Kinshasa, non ci sono scuole pubbliche e quelle private sono insufficienti ad accogliere tutti i bambini che aumentano anno dopo anno. Di qui il super affollamento delle classi, che hanno fino a 60 allievi, e la conseguente scarsa qualità dell’insegnamento. Per far fronte a questa situazione, nel 2001, Christiane Kongo ha realizzato, con l’ONG Tukuza da lei fondata, la scuola “Les Bons Petits” che offre un’educazione di qualità a 883 alunni, dalla scuola materna alla secondaria, con 4 indirizzi: Classico, Scientifico, Commerciale-Amministrativo e Pedagogico. La scuola è cresciuta e ora ha due esigenze urgenti da risolvere: acquistare 50 nuovi banchi poiché il numero di studenti è in continua crescita, e costruire un nuovo impianto di canalizzazione perché le istallazioni per la raccolta dell’acqua piovana sono diventate insufficienti e, inoltre, occorre eliminare il rischio di un possibile danno alle strutture per la pendenza del terreno...  continua a leggere il progetto   

 

Il tuo contributo consentirà di assicurare le migliori condizioni di sicurezza a questa scuola grande e importante in un territorio dove la maggior parte della popolazione è analfabeta.

  

Luogo: Kimwenza   ( Rep. Dem. del Congo ) 
Scuola:  materna, primaria e secondaria  
Tipologia: arredi e infrastrutture 
Beneficiari diretti: 120 bambini  
Partner locale:   ONG Tukuza
Contributo richiesto: 6.930 € 
contribuisci anche tu!...

 

Prog. 2215 – Insegnanti per bambini con disabilità sensoriale

La Diocesi di Kongolo nel suo territorio gestisce 368 scuole pubbliche, 258 materne e primarie e 110 secondarie e professionali. L’evasione scolastica è estremamente elevata, per la carenza di strutture e per la grande miseria che favoriscono il lavoro minorile. I bambini non scolarizzati sono facile preda dell’arruolamento forzato nelle bande armate e dello sfruttamento nelle miniere illegali del territorio. Se l’accesso alla scuola resta un sogno per molti bambini, per quelli affetti da disabilità è impossibile persino sognarla. Mendicità, discriminazione e umiliazioni segnano drammaticamente la vita di questi piccoli relegandoli ai margini della società. L’educazione, fondamentale per ogni bambino, a maggior ragione lo è per quelli il cui rischio di esclusione sociale è più elevato. La diocesi ha per questo aperto una scuola speciale per bambini con disabilità sensoriale, sordomuti e ipovedenti. E' l’unica nel territorio, e oggi accoglie 150 alunni di scuola primaria seguiti da 14 insegnanti. La scuola non riceve alcun contributo dallo Stato e ha grandi difficoltà ad assicurare ai suoi insegnanti ed educatori uno stipendio dignitoso...  continua a leggere il progetto   

 

Sostieni anche tu con noi questa scuola bella e preziosa, che assicura ai suoi bambini con disabilità l’istruzione che potrà aiutarli ad avere una vita autonoma e ad inserirsi nella società.

  

Luogo: Kongolo   (Rep. Dem. del Congo) 
Scuola:  primaria speciale   
Tipologia: stipendio insegnanti 
Beneficiari diretti: 14 insegnanti  
Partner locale:   Diocesi di Kongolo
Contributo richiesto: 10.050 € 
contribuisci anche tu!...

 

Prog. 2214 – Un refettorio per i bambini della scuola materna

Gli abitanti della parrocchia di Doyogena, in un’area densamente popolata dell’Etiopia, sono molto poveri, il sostentamento delle famiglie è uno dei più arretrati della zona e del Paese. L’educazione pre-scolastica è fondamentale per la preparazione al successivo percorso scolastico dei bambini, in particolare quelli più poveri. Per questo la parrocchia ha fondato una scuola che, nata nel 1998 per l’alfabetizzazione di base, è poi diventata una scuola materna, frequentata ora da 120 bambini. La scuola, che non ha sovvenzioni statali, deve essere ammodernata per mantenere la qualità del suo servizio e per adeguarla alle politiche governative sull’istruzione. La scuola è costruita in legno, manca il refettorio che adesso deve essere costruito e arredato. Il refettorio proteggerà la salute dei bambini e sarà la base per far crescere l'asilo e mantenere il suo livello di qualità. Ospiterà oltre 120 bambini e le sei persone dello staff della scuola, ma potrà servire anche alle famiglie dei piccoli. Oltre che per i pasti, i bambini potranno sostare nella sala del refettorio anche nell’ora di riposo…   continua a leggere il progetto   

 

Il tuo contributo è prezioso per sostenere una scuola fondamentale per l’istruzione dei bambini di questa poverissima popolazione.

  

Luogo: Doyogena (Etiopia) 
Scuola:  materna   
Tipologia: edilizia scolastica 
Beneficiari diretti: 120 bambini  
Partner locale:   Vic.to Apostolico di Hosanna
Contributo richiesto: 5.612 € 
contribuisci anche tu!...

 

Prog. 2211 – Costruiamo la scuola materna “Boboto”

La Diocesi di Lolo, su incarico del Governo, gestisce 68 scuole delle 73 presenti sul territorio. In 67 di queste scuole (4 materne, 52 primarie e 11 secondarie), le lezioni si svolgono in strutture fatiscenti o all’ombra di un albero. Una di queste scuole, la scuola materna “Boboto”, era nata nel 1986 all’interno di una piantagione di palme da olio per l’educazione dei figli dei lavoratori della società belga proprietaria. Dal 1990, con l’abbandono delle piantagioni e il trasferimento dei lavoratori in altre zone, la scuola era rimasta vuota. Nel 1993 la Diocesi ha trasferito a Lolo questa istituzione scolastica accreditata utilizzando il refettorio dell’ostello che ospita le ragazze dell’Istituto Ebongisa, la vicina scuola secondaria. Mentre le ragazze sono a scuola dalle 8,30 alle 13 il refettorio si trasforma in asilo, e i 91 bambini della materna sono radunati in questo unico spazio privo di banchi, attrezzature e sussidi. E’ diventato urgente costruire per questi piccoli una vera scuola di tre aule con una veranda antistante, un ufficio e un blocco di toilette…. continua a leggere il progetto   

 

Con il tuo contributo puoi far nascere una vera scuola materna in grado di ospitare i piccoli alunni in ambienti sani, sicuri e idonei per il loro corretto sviluppo.

  

Luogo: Lolo   (Rep. Dem. del Congo) 
Scuola:  materna   
Tipologia: edilizia scolastica 
Beneficiari diretti: 91 bambini  
Partner locale:   Diocesi di Lolo
Contributo richiesto: 14.120 € 
contribuisci anche tu!...