Progetti in attesa di aiuto

Prog. 2177 – Nuove toilettes per la scuola

Kullakamby è un villaggio rurale tra le colline e montagne del Nilgiri. La maggior parte della popolazione lavora a giornata nelle piantagioni di thè per poche rupie o fa lavori occasionali, il 60% sono tribali e dalit che vivono sotto la soglia di povertà. L’analfabetismo, l’esclusione sociale rendono le persone vulnerabili e incapaci di difendere i propri diritti, la povertà non consente alle famiglie di provvedere all’educazione dei figli. Seguendo la propria missione per lo sviluppo delle comunità locali, la diocesi ha avviato nel villaggio una scuola, materna e primaria, per i figli di famiglie povere ed emarginate con genitori in massima parte analfabeti. La scuola non ha contributi dallo stato, è frequentata da bambini e ragazzi di Kullakamby e di altri 12 villaggi, indù in massima parte, ma anche cristiani, musulmani. La scuola deve affrontare il problema urgente della carenza di servizi igienici: i bagni esistenti sono vecchi e devono essere risanati, devono esserne costruiti alcuni nuovi, ma ha poche risorse e deve rivolgersi all’aiuto di donatori esterni.  continua a leggere il progetto   

 

Con il tuo contributo sarà possibile migliorare e rendere più sicura una scuola così importante per il futuro dei bambini poveri di questi villaggi.

  

Luogo: Kullakamby   (India) 
Scuola:  materna, primaria   
Tipologia: servizi igienici 
Beneficiari diretti: 100 bambini  
Partner locale:   Diocesi di Ootacamund
Contributo richiesto: 5.000 € 
contribuisci anche tu!...

Prog. 2176 – L’istruzione è preziosa più dell’oro

Nella regione del Sahel la popolazione essenzialmente rurale vive di pastorizia e agricoltura con un’economia di sussistenza. Molte famiglie emigrano in cerca di migliori condizioni di vita. E, attualmente, cresce il numero di quelle che emigrano verso i siti di estrazione dell’oro di cui il Paese è ricco. L’analfabetismo supera il 50% e la situazione non può migliorare vista la grave carenza di scuole, la scarsa sensibilità delle famiglie riguardo l’istruzione, il nomadismo e la febbre dell’oro che escludono la maggior parte dei bambini dal diritto di ricevere un’istruzione. L’OPAM sostiene un programma di alfabetizzazione di massa nel territorio di Arbinda che ha già portato all’alfabetizzazione di 576 giovani (361 ragazze e 215 ragazzi) di 20 diversi villaggi. Si vuole ora proseguire con nuovi corsi in 18 centri distribuiti in 6 parrocchie della diocesi di Dori. Ogni corso sarà frequentato da 30 allievi, 540 persone in totale. continua a leggere il progetto   

 

Il tuo contributo aiuterà la realizzazione di questo progetto quanto mai urgente. La febbre dell’oro attira sempre più famiglie verso miniere abusive dove per pochi spiccioli perdono la vita decine di persone, soprattutto bambini.

  

Luogo: Arbinda   (Burkina Faso) 
Scuola:  alfabetizzazione   
Tipologia: sostegno scolastico 
Beneficiari diretti: 540 persone  
Partner locale:   Diocesi di Dori
Contributo richiesto: 8.750 € 
contribuisci anche tu!...

Prog. 2175 – Promozione della donna nella foresta amazzonica

La condizione delle donne campesinas boliviane è la peggiore dell’America latina, con elevato analfabetismo (55% delle donne non sa leggere e scrivere), alto tasso di mortalità materna e infantile, esclusione sociale. A Peta Grande, un villaggio sperduto in piena foresta amazzonica, con una sola strada di comunicazione impraticabile nella stagione delle piogge, le condizioni di vita della gente sono drammatiche: abitano in capanne di legno e lamiera, prive di acqua, elettricità e servizi igienici, per bere si utilizza l’acqua dei pozzi. Qui nel 2015 l’OPAM ha contribuito a risanare e arredare una scuola e oggi l’80% dei bambini del villaggio ha accesso all’istruzione. Per seguire i figli le mamme ora desiderano non essere più analfabete e ricevere una formazione professionale che le aiuti a lavorare per contribuire al menage familiare. E’ nato così un progetto per avviare corsi di alfabetizzazione e professionali per le donne del villaggio: un corso di sartoria e uno di alimentazione e cucina. Ma le risorse economiche non sono sufficienti... continua a leggere il progetto   

 

Per la promozione della donna la formazione è una strada obbligata. Il vostro contributo è fondamentale per dotare la scuola dei laboratori necessari a realizzare il desiderio di queste donne della foresta amazzonica.

  

Luogo: Peta Grande   (Bolivia) 
Scuola:  alfabetizzazione, formazione professionale   
Tipologia: attrezzature, materiale scolastico 
Beneficiari diretti: 50 donne  
Partner locale:   Missionarie della Dottrina Cristiana
Contributo richiesto: 6.350 € 
contribuisci anche tu!...

Prog. 2174 – 4 nuove aule per l’Istituto Kambala

Lukanga è un agglomerato di diversi villaggi con circa 37.000 abitanti, situato nel nord Kivu ai margini della foresta. Due terzi della popolazione è costituita da donne, principali vittime della violenza in questa parte del Paese in cui lo stupro è diventato un’arma di guerra. L’analfabetismo è molto elevato, solo il 50% della popolazione ha frequentato la scuola primaria e solamente il 10% di loro ha la possibilità di proseguire con gli studi secondari spesso in scuole lontane dal villaggio. L’Istituto Kambala, una scuola convenzionata cattolica voluta dalle famiglie del luogo, ha un biennio comune di orientamento e due sezioni, Agraria e Nutrizionale. 398 allievi (190 ragazzi e 208 ragazze) la frequentano, anche se la sua capienza è al massimo di 243 studenti. E urgente costruire un nuovo edificio con 4 aule per soddisfare le continue richieste di iscrizione che ora non possono essere accolte.  continua a leggere il progetto   

 

Diamo speranza a tanti altri giovani di questo territorio martoriato aiutando i loro genitori a far crescere la loro scuola.

  

Luogo: Lukanga   (Rep. Dem. Congo) 
Scuola:  secondaria   
Tipologia: edilizia scolastica 
Beneficiari diretti: 160 studenti  
Partner locale:   diocesi di Beni-Butembo
Contributo richiesto: 6.930 € 
contribuisci anche tu!...

Prog. 2173 – Continua il sostegno alla scuola in carcere

La scuola minorile del carcere di Bvumbwe, fondata da Anna Tommasi per dare un’istruzione a ragazzi molti dei quali non hanno neanche la terza elementare, sta crescendo con successo, ha raggiunto obiettivi importanti ed è diventata un modello per altri carceri minorili continuando a perseguire l’obiettivo di aiutare i ragazzi del carcere a cambiare vita attraverso l’istruzione e a diventare cittadini responsabili. Priva di contributi statali, la scuola segue i programmi ministeriali dalla prima elementare alla maturità ed è sede di esami anche per i ragazzi di un altro carcere giovanile. L’OPAM la sostiene contribuendo a pagare lo stipendio degli insegnanti e a migliorare così le loro condizioni di lavoro e quindi anche la qualità del loro servizio educativo come dimostrano gli ottimi risultati conseguiti dai ragazzi agli esami di stato.  continua a leggere il progetto   

 

Aiutaci a sostenere ancora questa scuola: ricevere un’istruzione e un’educazione durante la reclusione è la sola possibilità per questi giovani per crescere e trovare le condizioni per il proprio riscatto: uscire dal carcere con il diploma di terza media o scuola superiore può fare la differenza!

  

Luogo: Bvumbwe   (Malawi) 
Scuola:  scuola in carcere   
Tipologia: stipendio insegnanti 
Beneficiari diretti: 11 insegnanti  
Partner locale:   Arcidiocesi di Blantyre
Contributo richiesto: 8.664 € 
contribuisci anche tu!...

Prog. 2172 - Sogni d’oro per i giovani sordomuti

In questa zona del Paese i bambini con disabilità sono fortemente discriminati. Ci sono tanti bambini sordomuti e sono considerati incapaci di comprendere e pensare..., la famiglia vive come una punizione la nascita di un bambino sordomuto. Questi bimbi sono segregati in casa, non viene loro riconosciuto alcun diritto, diventano oggetto di violenze e, una volta cresciuti sono sfruttati ed emarginati. Per smontare vecchie credenze e pregiudizi occorre dare a questi bambini un’educazione di qualità che superi il limite della disabilità e favorisca lo sviluppo dei talenti di ciascuno dando loro la possibilità di avere una vita autonoma e di inserirsi dignitosamente nella famiglia e nella società. La scuola per sordomuti EDAN (Ecole des Deficients Auditifs de Ndikiniméki) dal 1998 accoglie allievi dai 4 ai 18 anni, garantendo l’istruzione dalla materna fino al ciclo medio e una formazione tecnico-professionale. La scuola ha un ostello per accogliere gli studenti provenienti dai villaggi più lontani, che ha urgenza di essere ristrutturato e ampliato. continua a leggere il progetto   

 

Il tuo contributo è prezioso per aiutare questa scuola importante a ricostruire il suo ostello e ospitare così fino a 150 bambini sordomuti e dare loro un’educazione fondamentale per loro forse più che per altri bambini normali.

  

Luogo: Ndikiniméki   (Cameroun) 
Scuola:  materna, primaria, media e professionale   
Tipologia: arredo ostello 
Beneficiari diretti: 75 bambini  
Partner locale:   Padri Salvatoriani
Contributo richiesto: 6.890 € 
contribuisci anche tu!...