Gruppo di ex ragazzi di strada di Bangui

LOCALITA':           Bangui (Rep. Centrafricana)
RESPONSABILE:   Suor Annie Tambwe
N° ADOTTATI:       50
NUOVE ADOZIONI: SI 
NEWS DAL CENTRO ADOZIONI Leggi

 

 

 

   Condividi

 

Responsabile

Suor Annie Tambwe appartiene alla Congregazione delle Suore di S. Giuseppe ed è la responsabile di una comunità locale a Bangui (la capitale della R.C.A.), formata da tre suore di origine congolese, che opera dal 1997 per l'educazione e il recupero dell'infanzia più vulnerabile. 

Contesto

Nella R.C.A. golpe e guerre civili si sono susseguiti sin dall’indipendenza dalla Francia nel 1960, ma mai con una spirale di violenze tanto grave come negli ultimi anni. Le tracce lasciate dal colpo di Stato del 2013 e dal successivo massacro della popolazione sono ancora visibili.

Un conflitto nato per destabilizzare il Paese e appropriarsi delle sue risorse naturali e mascherato da guerra religiosa in una terra in cui cristiani e musulmani hanno sempre convissuto senza alcun problema.

La piccola comunità delle suore è stata risparmiata anche per l'intervento dei ragazzi più grandi, ma nel paese non si contano i morti, e le chiese, i magazzini e le case saccheggiate. A Bangui ci sono molti bambini, ragazzi di strada perché sono oltre 20.000 i rifugiati giunti in città dopo la distruzione dei loro villaggi. Per loro la scolarizzazione è assai difficile.  In questo dramma, l’OPAM ha finanziato nel 2014 un progetto di sostegno agli studi (prog. n° 2014), presentato da suor Annie Tambwe, per aiutare un gruppo di 50 bambini e ragazzi, maschi e femmine tra gli 8 e i 20 anni, coprendo le spese relative alla loro istruzione per un intero anno scolastico (libri, uniformi scolastiche, zaini, scarpe, quaderni, penne...). 

Progetto di adozione

In considerazione dei risultati molto positivi raggiunti con il progetto e nella certezza che tale aiuto non potesse limitarsi ad un solo anno scolastico, l’OPAM ha deciso di chiedere ai propri benefattori di sostenere l’istruzione scolastica dei ragazzi di strada di Bangui mediante la partecipazione all’adozione di un gruppo di una cinquantina di  ragazzi. Si sceglie di adottare il gruppo e non i singoli ragazzi in quanto a Bangui la situazione cambia spesso e con rapidità e risulta più facile da gestire con un’adozione comunitaria. Inoltre, in tal modo il sostegno offerto viene distribuito a tutti i bambini bisognosi senza discriminazioni. Cercheremo così di aprire alla speranza di una vita migliore i cuori di tanti ragazzi strappati alla vita di strada, alla delinquenza e alla prostituzione minorile.

Per mantenere allo studio questo gruppo di bambini, si chiede ai nostri benefattori di aderire con una o più quote da € 312 annue. 

Calendario scolastico: da ottobre a giugno.

Visite: al momento sono vivamente sconsigliate.